Una vita in sala

La VJ Edizioni è lieta di annunciare la prossima pubblicazione del saggio “Una vita in sala – il mio manuale di danza” di Simona Bassi. Si tratta della pubblicazione vinta dall’autrice in quanto seconda classificata nella sezione saggio breve all’edizione 2020 del Premio Letterario Clepsamia.

Una vita in sala è un manuale sintetico, ma efficace, frutto della pluridecennale esperienza dell’autrice, insegnante di danza presso la Scuola di Balletto Cosi-Stefanescu. Corredata di fotografie è una guida esaustiva per chi vuole approfondire e conoscere tecniche, posizioni e passi di questa meravigliosa arte.

E’ possibile prenotare sin d’ora il volume al prezzo promozionale di 10 euro (anziché 13 euro di prezzo di copertina) e senza spese di spedizione CLICCARE QUI. Non appena pubblicato il libro sarà spedito all’indirizzo indicato.

Così si racconta Simona Bassi: Dopo la maturità al Liceo Scientifico Sperimentale a indirizzo Chimico-Fisico della mia città, compio studi universitari sia in ambito scientifico che umanistico e poi entro in Comune come Collaboratore Professionale Culturale nella Biblioteca Centrale Municipale. Continuo a dedicarmi allo studio, alla lettura e alla scrittura che da sempre mi appassiona e nel 2012 vengo premiata in Sala Tricolore per un testo al Concorso: “10 parole per 150 anni” (per il 150°dell’Unità d’Italia). Nel 2019 sono finalista all’Incontro Letterario e pubblico nel 2020 con DivinaFollia edizioni due volumi di narrativa giovani: “Studio. Le avventure di Bizarò e altre Storie” Vol.1 e Vol.2. Arrivo Seconda al Premio Letterario Clepsamia 2020 con un Saggio Breve pubblicato nell’Antologia del Concorso Vjedizioni. Mi diplomo nel 1987 Insegnante di Danza presso la Scuola di Balletto Cosi-Stefanescu e insegno, fino al primo ciclo universitario, come Insegnante/Coreografa nella Sezione di Ginnastica Ritmica della società sportiva della mia città. Dopo la formazione Classica frequento instancabilmente corsi di danza moderna/contemporanea e di coppia per iniziare poi nel 2014 un percorso di Teatro Danza al presso il NTSP. Nell’ottobre del 2020 supero l’Audizione alla Scuola di Musical del Nuovo Teatro San Prospero. Non abbandono mai la passione per lo sport, la danza e il teatro che costituiscono un completamento alla mia vita.

“Ei fu.” – Premio letterario in OCCASIONE del bicentenario della morte di napoleone i

La casa editrice Vj Edizioni Milano indice il PREMIO LETTERARIO “EI FU.”

In occasione del bicentenario della morte di Napoleone Bonaparte – avvenuta il 5 maggio 1821 – la VJ Edizioni lancia un progetto editoriale per dare risposta ad Alessandro Manzoni, il quale – nella celeberrima poesia “Il Cinque Maggio” – dopo aver esordito con, appunto, “Ei fu.” chiede e si chiede: “Fu vera gloria? Ai posteri l’ardua sentenza.

E così la VJ Edizione propone a tutti i partecipanti di scrivere un componimento – poesia, racconto o saggio breve – proprio sulla figura – controversa – del piccolo grande corso.

BANDO DI CONCORSO

Art. 1 SEZIONI DEL PREMIO

Il Premio si articola in tre sezioni, tutte a tema “Napoleone a 200 anni dalla morte: fu vera gloria?

Narrativa – Racconto di massimo di 15 cartelle (20.000 battute).

Poesia – Componimento poetico libero per metro e lunghezza in lingua o vernacolo (in questo caso con traduzione a fronte).

– Saggio – Breve saggio della lunghezza massima di 20 cartelle (30.000 battute).

Art. 2 PARTECIPAZIONE – La partecipazione al concorso è aperta a tutti, senza limitazioni di età o cittadinanza.

Art. 3 ISCRIZIONE – Per partecipare bisogna compilare il modulo in calce in tutte le sue parti. Le opere devono essere successivamente spedite in forma anonima solo ed esclusivamente in allegato all’indirizzo mail eifu2021@hotmail.com entro la mezzanotte del 19 Marzo 2021, citando nell’oggetto la sezione di partecipazione. Non verranno accettate opere inviate sotto altra forma. La Giuria esaminerà gli elaborati in forma anonima. Si può partecipare a una o più sezioni, ma con un solo elaborato per sezione.

Art. 4 QUOTA DI PARTECIPAZIONE – La partecipazione al concorso è GRATUITA.

Art. 5 PREMI – I premi previsti sono i seguenti:

Sezione narrativa

1° premio: Pubblicazione interamente gratuita di un libro fino a 200 pagine; pubblicazione del racconto vincitore sul blog del sito della Vj Edizioni e sulla pagina Facebook; 3 copie OMAGGIO dell’antologia del Premio Letterario “Ei fu.”;

2° premio: pubblicazione del racconto sul blog del sito della Vj Edizioni e sulla pagina Facebook; 2 copie OMAGGIO dell’antologia del Premio Letterario”Ei fu.”;

3° premio: pubblicazione del racconto sul blog del sito della Vj Edizioni e sulla pagina Facebook; 1 copia OMAGGIO dell’antologia del Premio Letterario”Ei fu.”;

4° e 5° premio: pubblicazione del racconto sul blog del sito della Vj Edizioni e sulla pagina Facebook.

Sezione poesia

1° premio: Pubblicazione interamente gratuita di un libro fino a 200 pagine; pubblicazione della poesia vincitrice sul blog del sito della Vj Edizioni e sulla pagina Facebook; 3 copie OMAGGIO dell’antologia del Premio Letterario “Ei fu.”;

2° premio: pubblicazione della poesia vincitrice sul blog del sito della Vj Edizioni e sulla pagina Facebook; 2 copie OMAGGIO dell’antologia del Premio Letterario”Ei fu.”;

3° premio: pubblicazione della poesia vincitrice sul blog del sito della Vj Edizioni e sulla pagina Facebook; 1 copia OMAGGIO dell’antologia del Premio Letterario”Ei fu.”;

4° e 5° premio: pubblicazione della poesia vincitrice sul blog del sito della Vj Edizioni e sulla pagina Facebook.

Sezione saggio breve

1° premio: Pubblicazione interamente gratuita di un libro fino a 128 pagine; pubblicazione del saggio vincitore sul blog del sito della Vj Edizioni e sulla pagina Facebook; 3 copie OMAGGIO dell’antologia del Premio Letterario “Ei fu.”;

2° premio: pubblicazione del saggio sul blog del sito della Vj Edizioni e sulla pagina Facebook; 2 copie OMAGGIO dell’antologia del Premio Letterario”Ei fu.”;

3° premio: pubblicazione del saggio sul blog del sito della Vj Edizioni e sulla pagina Facebook; 1 copia OMAGGIO dell’antologia del Premio Letterario”Ei fu.”;

4° e 5° premio: pubblicazione del saggio sul blog del sito della Vj Edizioni e sulla pagina Facebook.

Art. 6 SVOLGIMENTO E PREMIAZIONE

La giuria esaminerà le opere entro il 5 Maggio 2021. Saranno dapprima proclamati i finalisti per ciascuna sezione. l premiati verranno contattati tramite mail. Il verbale sarà pubblicato sul sito della Vj Edizioni https://vjedizioni.wordpress.com

Diritti d’autore: l’organizzazione del premio è espressamente autorizzata dai partecipanti ad utilizzare tutto il materiale pervenuto senza che gli autori ne possano pretendere la restituzione, e senza nulla a pretendere come diritto d’autore relativamente alle finalità del concorso.

Giuria: le composizioni saranno giudicate da una commissione composta da personalità qualificate del mondo culturale.

Premiazione: La data precisa (Novembre/Dicembre 2021) ed il luogo della premiazione esatto (Milano città) saranno comunicati non appena le norme restrittive vigenti saranno decadute.

STRUDEL – lo spiritello degli errori

La VJ Edizioni è lieta di annunciare la prossima pubblicazione della racconto per bambini “STRUDEL – LO SPIRITELLO DEGLI ERRORI” di Amalia Oleastro con le illustrazioni di Simona Russo. Si tratta di un racconto illustrato per bambini 6-9 anni.

Come ci racconta l’autrice: “Nello scrivere questa storia mi sono ispirata ad un episodio realmente accaduto. La figlia di una mia amica un giorno, contrariamente al suo solito, prese un brutto voto in un compito di matematica, la sua materia preferita. La bambina non riusciva a capacitarsi di quella défaillance e si era talmente avvilita da rifiutarsi di tornare a scuola per timore di dover subire un’altra umiliazione. Così, per farle capire che capita a tutti di sbagliare e che commettere degli errori aiuta a crescere, mi sono inventata il personaggio di Strudel (Nomen omen: il soggetto è molto goloso di dolci ed il suo abbigliamento ricorda molto il costume tirolese), un folletto che è causa di molte delle disavventure di un ragazzino di nome Alessandro. Ogni bambino viene affiancato fin dalla nascita da uno spiritello che lo induce in qualche modo a sbagliare, perché impari dai propri errori e cresca forte e sicuro di sé. Solo che nel caso di Alessandro, il suo spiritello, Strudel, ha un po’ esagerato con i dispetti, così il ragazzino, scoperta la causa dei suoi guai, decide di approntare una trappola per il folletto goloso e, ridottolo all’impotenza, riesce a liberarsi della sfortuna che sembrava perseguitarlo e diventa in poco tempo l’idolo dei suoi compagni, per la sua capacità di riuscire in tutto quello che fa. Un successo che però gli darà un po’ alla testa e che a lungo andare nuocerà alla sua popolarità, tanto che l’ultimo arrivato, Daniele, un ragazzino maldestro e pasticcione, e che per questo riesce a tutti particolarmente simpatico, prenderà ben presto il suo posto nel cuore dei compagni e quel che è peggio in quello della bella Eleonora. Alessandro cercherà il modo per venirne a capo e troverà la soluzione dei suoi guai grazie ai consigli della mamma ed all’esempio della sorellina Martina che, nonostante la sua tenera età gli darà una lezione di coraggio e caparbietà. Così, con l’aiuto dell’inconsapevole Daniele, restituirà la libertà e la voglia di vivere al suo folletto, cui la prigionia aveva tolto i poteri magici e stipulerà con quest’ultimo un patto favorevole per entrambi che gli consentirà di riconquistare l’affetto dei compagni ed il cuore della sua amica Eleonora.

E’ possibile prenotare sin d’ora il volume al prezzo promozionale di 7 euro (anziché 9 euro di prezzo di copertina) e senza spese di spedizione CLICCARE QUI. Non appena pubblicato il libro sarà spedito all’indirizzo indicato.

Amalia Oleastro è nata a Cetraro (CS) ove risiede attualmente. Dopo gli studi classici ha conseguito nel 1984 la Laurea in Lingue e Letterature Straniere Moderne presso l’Università degli Studi della Calabria con la votazione di 110/110 e lode. Ha insegnato lingua francese, in qualità di supplente, nelle scuole medie della provincia di Cosenza fino al 1990, anno in cui, vincitrice di concorso, è stata assunta in qualità di impiegata amministrativa presso il Ministero del Lavoro – Sezione Circoscrizionale di Bergamo. Dal 2000 al 2006 ha lavorato presso la Direzione Regionale del Lavoro di Roma e dal 2006 presta la sua opera presso la Direzione Provinciale del lavoro di Cosenza. Da sempre coltiva la passione per la lettura e la scrittura. Nel gennaio 2017 ha esordito nella letteratura per l’infanzia con il racconto “Le avventure di Jumbo – il palloncino che sognava di volare tra le stelle” edito da ‘La Rondine Edizioni’ con sede in Catanzaro. Nel 2018 ha collaborato con altri autori alla realizzazione di una raccolta di poesie dedicata alle donne curata dalla Casa Editrice Montecovello. Nello stesso anno una sua poesia è stata inserita nell’Antologia ‘Fiori di Maggio’ pubblicata dall’Associazione Culturale GueCi con sede in Rende (CS). Nell’anno in corso è stata proclamata vincitrice del Premio di poesia e arti figurative ‘Donne & Arte’, organizzato dall’Associazione ‘Sofema’ contro la violenza di genere di Montalto Uffugo (CS), patrocinato dal Comune di Castrovillari (CS), nella sezione poesia a tema imposto “Donna & Arte”.

Simona Russo è nata a Cetraro (CS) dove vive tuttora. Diplomata all’ISAC (Istituto Statale d’ Arte di Cetraro) ha conseguito la Laurea in Diagnostica conservazione e restauro dei beni culturali presso l’UNICAL (Università della Calabria). Ha partecipato a diverse estemporanee, alcune sue opere sono state recensite su Boé, periodico bimestrale di informazione artistica e culturale – Anno III – n.1 Gennaio – Febbraio 2006, ed ha partecipato alla mostra 1^ Biennale della Creatività in Italia (Palaexpo Verona 12-16 Febbraio 2014).

I miti di D’Annunzio

La VJ Edizioni è lieta di annunciare la prossima pubblicazione del nuovo libro di Rita Nello Marchetti, il saggio “I miti di D’Annuzio – Dante –DonneDolci”.

Si tratta di una particolare e documentata biografia del poeta abruzzese, attraverso tre particolari passioni del “Vate”: Dante, le donne ed i dolci. Come dice nella prefazione al libro la Prof.ssa Angela Delfino, nel libro “l’analisi dei rapporti tra il Vate abruzzese e il sommo Poeta, assai amato da d’Annunzio, ne rivela la sconfinata ammirazione che si è esplicata in più momenti e vari modi, ad esempio con la partecipazione di D’Annunzio alla mostra di Ravenna del 1921, nel romanzo “Il fuoco” dove versi della Commedia sono commentati dai protagonisti, nel titolare “A Dante” la seconda ode del II libro delle “Laudi”. Ed ancora: “Ricca, particolareggiata, attenta in particolare alle varie figure femminili che punteggiano la vita del poeta, appare la biografia, con attenzione all’attività politica e militare, a partire dall’infiammato e incendiario discorso sullo scoglio di Quarto il 5 maggio del 1915.”…. “Se ampio è lo spazio dedicato alle curiosità e alle imprese guerresche del Vate, profonda ed emotiva è l’analisi del rapporto di D’Annunzio con la natura, con la “sorpresa” nel testo di due famose composizioni, “Falce di luna calante” e “La sera fiesolana”, rivissute con acutezza e struggente partecipazione. Non solo imprese belliche, donne e viaggi, ma anche una parte dedicata al piacere della gola di un personaggio con “la propensione per le bevande raffinate e i dolci sfiziosi”, come ci rivela l’autrice.”

Un saggio dunque, questo di Rita Nello Marchetti, ma per finire ancora con le parole della prefazione di Angela Delfino, un’opera gradevole da leggere, come un romanzo: “la forma espressiva, così piana, scorrevole e degna di nota in un saggio, è elemento prezioso e convincente per una lettura che sarà sicuramente motivo di accrescimento culturale ma in un modo lieve, gratificante, piacevole.”

E’ possibile prenotare sin d’ora il volume al prezzo promozionale di  9 euro (anziché 12 euro di prezzo di copertina) e senza spese di spedizione CLICCARE QUI. Non appena pubblicato il libro sarà spedito all’indirizzo indicato.

Rita Nello Marchetti è nata a Genova, dove ha svolto una lunga attività di docenza. Brillantemente laureata in Lettere, ha frequentato corsi post-laurea, dedicandosi in particolare alla linguistica e al teatro. Ha collaborato a vari periodici. È redattrice de “Il Corniglianese” e ha scritto per riviste quali “Alatel”, “La Casana”, “Italia Nostra”. Da oltre vent’anni è docente di Scrittura Creativa presso il Centro Universitario del Ponente (Genova). Ha collaborato con istituzioni e associazioni, tra cui il Comune di Genova, Lunaria Teatro, i Lions, l’Università Popolare Sestrese, Pegliflora, Coop Liguria ed altre. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti a livello nazionale, tra cui un Premio Andersen nel 1996 ed altri banditi dalla Provincia di Genova e da enti diversi. Per ultimo un 1° premio assoluto per un saggio sulla Pandemia organizzato dalla VJ Edizioni. Tra le numerose opere, “Liguria, amore mio” e “Dove è finito Grufus Lucus?” (De Ferrari Editore), “Il mio Giubileo” (Sorbello Editore), “Sei un mito”, illustrato a colori dall’artista Lele Luzzati, (Fratelli Frilli Editori), “Caterina e l’Angelo: il volto popolare e l’anima nobile del Cimitero di Staglieno” (Erga Edizioni) tradotto anche in inglese ed altri.

È citata insieme a noti autori nel saggio “Genova tra le righe: la città nelle pagine di narratori italiani fra ‘800 e ‘900” (Marietti Editore), uscito nel 2000. Autrice di numerose prefazioni, ha presentato libri di poeti e prosatori contemporanei. È stata componente della Giuria del Premio Rapallo Carige per la Donna Scrittrice.

La storia inventata

La VJ Edizioni è lieta di annunciare la prossima pubblicazione de “La storia inventata” di Michele Clemente. Si tratta di una novità per la nostra casa editrice: un quadernone in formato A4 in orizzontale, dove a fronte di ogni pagina scritta ci sarà un disegno, creato appositamente da Antonella Gaudio, da colorare. I piccoli lettori avranno dunque la gioia di leggere, guardare le illustrazioni e dar loro i colori che desiderano e sentono.

Michele Clemente è un Maestro di scuola elementare, in pensione da due anni. Si racconta così:

Ho iniziato nel lontano 1975: sono passato, dopo una lunga e vivace esperienza, dal tempo pieno milanese alla magia di una pluriclasse a Volturara Appula, un paesino in provincia di Foggia, prima di approdare a Bari. Mi sono poi trasferito in Toscana e infine nelle Marche dove, tra Fano e Pesaro, ho lavorato per altri 14 meravigliosi anni. Coltivo da sempre la passione per la scrittura: scrivo racconti, poesie, filastrocche e canzoni. Ho alle spalle alcune pubblicazioni in antologia: Storie di Lune per Empiria di Roma (premio letterario “Anna M.Ortese” – 2002) Fabiola Girometta per le edizioni Montag di Tolentino (premio letterario “Tutti i colori dei bambini” – 2008) e poi “La storia dei colori” (2017) e “Le storie scomparse” (2018) per Ideostampa di Saltara. Ho condotto spesso laboratori di lettura e scrittura creativa. Nel 2009 con due classi di prima elementare di Fano abbiamo ottenuto segnalazione e stampa in antologia al Premio Andersen, Baia delle favole e il terzo posto al premio nazionale di letteratura per ragazzi “Cibo da Fiaba”. La cosa che amo di più però è la narrazione! Raccontare, rappresentare e cantare le mie storie mi rende felice. Con una chitarra e un teatrino improvvisato mi piace organizzare spettacoli per bambini, insomma un po’ attore e un po’ cantastorie. Ho messo in scena le mie storie soprattutto nelle scuole, a Bari, a Certaldo, a Pesaro, a Fano, a Senigallia, ma anche in posti bellissimi come Villa Caprile o i Musei Civici di Pesaro, le librerie, la Memo di Fano e per strada.

Come di consuetudine è possibile prenotare sin d’ora il libro al prezzo speciale di 7 euro (invece di 9 euro di copertina) e senza spese di spedizione. Per acquistare la copia CLICCARE QUI. Non appena pubblicato il libro sarà spedito all’indirizzo indicato.

Una favola per te

La VJ Edizioni è lieta di annunciare la prossima pubblicazione del libro di fiabe “Una favola per te”, di Beatrice Biondo.

Si tratta di una raccolta di 34 fiabe in cui i protagonisti sono tutti animali, dai più comuni (coniglio, farfalla, formica) ai più esotici (armadillo, elefante, varano). Tutti hanno un nome “umano” e sono ordinati proprio in ordine alfabetico del nome. Così dal cielo (Francesco il falco mascherato, Cloe la cardellina che non canta, Aurora l’aquila dei desideri) attraverso la terra (Gisella la mini giraffa, Giulia la gattina dispettosa, Livienne la lupa-cerva) fino al mare (Amanda l’aragosta saggia, Daniele il delfino che puliva il mare, Gabriele il granchietto coraggioso) l’autrice accompagna il lettore in un viaggio bellissimo.

E’ possibile prenotare sin d’ora il volume al prezzo promozionale di  9 euro (anziché 12 euro di prezzo di copertina) e senza spese di spedizione CLICCARE QUI. Non appena pubblicato il libro sarà spedito all’indirizzo indicato.

Beatrice Biondo vive a Roma e lavora a scuola. Scrittrice di favole, racconti e poesie per grandi e bambini. Super amante degli animali, cui dedica la maggior parte dei suoi scritti. Tenta di usare la stessa fantasia, capace di trasportare i piccoli lettori in magici mondi incantati, per far riemergere il senso di meraviglia nascosto in ogni adulto.

Il Paradigma Paganini

La VJ Edizioni è lieta di annunciare la prossima pubblicazione del romanzo “Il paradigma Paganini”, che l’autore Piero Donato definisce un soggetto da sceneggiare, in forma di romanzo. Si tratta di una metafora fanta-web, dinamica e ricca di colpi di scena, ambientata nell’anno 2000. L’incipit è un dialogo storico sulla musica, nell’ambito di un noto talk show televisivo, esperimento che prende forma da un conciso richiamo al teatro dell’assurdo. Ma già dal terzo capitolo, si fanno spazio situazioni grottesche, trasportando il lettore nell’essenza del Protagonismo, mediante un’entità (il Protagonista, appunto) che riassume e incarna il lato oscuro dell’era tecnologica. Il pericolo viene da internet e si manifesta attraverso l’immagine di Paganini: tramite terminali e apparecchi telefonici, ogni azione umana viene, misteriosamente, controllata, seguendo scopi poco chiari. Compito dell’eclettico musicista-poeta e dell’avvenente psicologa sarà quello di restituire il lato buono dell’Arte, spesso manipolata e utilizzata in circostanze di dubbia trasparenza. Finale a sorpresa, ironico, moderatamente tinto di rosa.

E’ possibile prenotare sin d’ora il volume al prezzo promozionale di 9 euro (anziché 12 euro di prezzo di copertina) e senza spese di spedizione CLICCARE QUI. Non appena pubblicato il libro sarà spedito all’indirizzo indicato.

Di questo lavoro l’autore dice:

Parte di questo testo, “Il paradigma Paganini”, nasce alla fine degli anni ’90, da una mia prima stesura dell’atto unico “…La Musica…”, vincitore del 1° Premio Giovanni Gronchi 1998, per il teatro. Nei decenni successivi, infatti, quel primo testo verrà, sempre da me, sviluppato, sino a costituire solamente il secondo capitolo del presente romanzo. Un romanzo di cui, a dire il vero, date le particolari caratteristiche, già immagino di poter, un giorno, riuscire a vederne realizzata una rappresentazione cinematografica o teatrale.

Invito, pertanto, registi, sceneggiatori, compagnie teatrali che avessero piacere di realizzarlo in scena, a mettersi in contatto con l’Editore.

Piero Donato: scrittore genovese, dagli anni ’90 pubblica libri di narrativa, poesia e saggistica, collaborando con associazioni, editori e riviste del settore. Numerosissimi i riconoscimenti e premi letterari attribuitigli, nel corso dei decenni, in ambito nazionale e internazionale. Sostenitore del “Metarealismo”, corrente filosofica sviluppata da Jean Guitton (1901-1999, allievo di Henry Bergson), è riuscito, collaborando con artisti figurativi di rilievo, a rappresentare, con successo da parte della critica, tale pensiero nel campo della poesia. Presidente dell’Associazione no profit “Artenuova”, negli anni ’00 ha rappresentato e presieduto varie edizioni del Premio Internazionale “Artenuova”, di cui è fondatore. Già “Pioniere della Cultura europea”, di seguito elenchiamo le sue (pluri-premiate) pubblicazioni personali:

1993: “Impulsi e forma” (poesie), Erga Edizioni, Genova.

1997: “Utopia di fine Novecento” (poesie), Ibiskos Editrice, Empoli (FI).

2006: “Donna e altri racconti” (narrativa), Edizioni Il Foglio, Piombino (LI).

2011: “La pietra del mito” (poesie), Rupe Mutevole Edizioni, Bedonia (PR).

2017: “Pinky – sui sentieri dell’Anima” (romanzo), CTL Editore, Livorno.

2020: “La Coscienza dell’Eterno Ritorno” (filosofia – saggistica), VJ Edizioni, Milano.

2021: “Il paradigma Paganini” (romanzo), VJ Edizioni, Milano.

Ho (quasi) messo a posto i miei libri

La VJ Edizioni è lieta di annunciare la prossima pubblicazione del romanzo “Ho (quasi) messo a posto i miei libri”, opera prima di Giulia Canteri. Si tratta di un diario redatto “in diretta” durante il lockdown della primavera 2020, a causa del Covid. L’autrice si confronta con questa esperienza e con l’imminente esame di maturità.

E’ possibile prenotare sin d’ora il volume al prezzo promozionale di 10 euro (anziché 13 euro di prezzo di copertina) e senza spese di spedizione CLICCARE QUI. Non appena pubblicato il libro sarà spedito all’indirizzo indicato.

Come dice la giovane autrice: “in questo diario viene descritta la mia esperienza personale durante la quarantena per il coronavirus. Dato che il periodo durante il quale l’ho scritto risale agli ultimi mesi di scuola superiore prima di affrontare l’esame di maturità, il diario riporta i dubbi, i pensieri, le preoccupazioni e le ansie di una diciottenne costretta a video-lezioni da casa e a continue incertezze su come dovrà affrontare questa sua prova finale e sulla lenta realizzazione del fatto che non festeggerà l’ultimo giorno di scuola assieme ai suoi compagni di classe. Ma oltre a questo tema che fa da sfondo a tutto il manoscritto, vengono sviluppate altre due tesi. La prima riguarda tutti gli oggetti quotidiani presenti in casa che durante la reclusione hanno attirato la mia attenzione, permettendomi di capire che ognuno di loro, pure il più insignificante, è una sorta di tesoro nascosto, poiché racchiude in sé tutto il potere di un ricordo, di un evento lontano, di una storia da raccontare. Il secondo si focalizza invece sulla sistemazione della libreria che si distribuisce più o meno su tutte le pareti di casa mia. L’operazione di riordinamento di libri, saggi, riviste, opere letterarie… è una metafora della mente (in questo caso della mia) che nonostante noi tentiamo di rimettere a posto tutti i nostri pensieri, le nostre idee e i nostri ragionamenti, ci sarà sempre qualcosa fuori posto, o qualcosa da aggiungere e a quel punto si dovrà iniziare nuovamente da capo a sistemare per evitare che tutto ciò che pensiamo e con cui ci tormentiamo torni a ronzare caotico nel modo più disordinato possibile nella nostra testa.

Giulia Canteri è nata e vive in Valpolicella (VR). Ha un diploma di maturità artistica, ma frequenta la Facoltà di Lettere all’Università di Verona. Di sé dice: “Adoro scrivere e leggere, soprattutto romanzi d’avventura o fantasy, particolarmente quelli che appartengono alla letteratura inglese. Mi piace viaggiare e un giorno spero di poter girare per il mondo presso i luoghi più lontani e sconosciuti, come quelli descritti da Jules Verne. Il mio sogno sarebbe quello di scrivere le mie future avventure da viaggiatrice e vederle pubblicate in libro, in modo tale da spingere la gente a viaggiare e a conoscere il mondo da varie prospettive.”

demoni di polistirolo terzo classificato al “Primo Premio Internazionale Dostoevskij”

Federica Cunego ha vinto il terzo premio nella sezione Libro di narrativa edito del “PRIMO PREMIO INTERNAZIONALE DOSTOEVSKIJ” con la raccolta di racconti Demoni di polistirolo edito da VJ Edizioni. La qualità dei partecipanti ed il prestigio della giuria fanno di questo un grande risultato di cui l’autrice deve andare fiera e noi con lei per averlo pubblicato.

I crescenti riconoscimenti ottenuti dagli autori VJ ci stimolano ad impegnarci sempre di più per dar voce ai talenti che ancora non hanno potuto farsi sentire.

Grazie e complimenti a Federica da parte di tutto lo staff di VJ Edizioni. Grazie anche a tutti voi che continuate ad alimentare questa nostra “folle” idea di dar voce alla cultura nascosta.

Fu vera gloria? Ai posteri L’ardua sentenza

Così recita un verso della famosa Il Cinque Maggio di Alessandro Manzoni. Nel 2021 cade il bicentenario della morte di Napoleone Bonaparte, indiscutibilmente un uomo che ha segnato in maniera importante la storia del mondo occidentale moderno. Dal 1799 al 1815 è stato il protagonista assoluto delle vicende europee, per le battaglie in armi, ma anche per essere stato il promotore di importanti riforme, molte delle quali sopravvivono ancora, e non solo in Francia, dopo 200 anni. Dagli ideali della Rivoluzione francese all’impero, attraverso folgoranti campagne militari e conquiste il fascino di questo piccolo, ma grande uomo ha travolto l’Europa e la nascente America.

A 200 anni dalla morte qual è la percezione che abbiamo di Napoleone? Delle sue imprese, delle sue idee, delle sue riforme?

La VJ Edizioni lancia questa sfida: parlare di Napoleone Bonaparte, a 200 anni dalla morte, per tracciarne un profilo, visto dai “posteri” di manzoniana memoria. Il concorso sarà strutturato in tre sezioni: poesia, narrativa, e articolo. Ma il tema è vincolato: Napoleone Bonaparte.

Come da tradizione (vedi premio Letterario Clepsamia) i migliori elaborati saranno pubblicati in un saggio edito da VJ Edizioni. Inoltre i vincitori delle varie sezioni vinceranno la pubblicazione di un libro proprio.

FRA NON MOLTO PUBBLICHEREMO IL BANDO UFFICIALE.